La pandemia da COVID-19 ha reso ancora più complesso l’accesso ai servizi sanitari negli slum di Nairobi nord-est. Ciononostante World Friends non ha mai smesso di lavorare per migliorare le condizioni di salute degli abitanti degli insediamenti informali. Parallelamente alle iniziative per mettere in sicurezza il Ruaraka Uhai Neema Hospital e agli interventi nutrizionali negli slum riprendono finalmente le attività del progetto SonoMobile.

Riparte SonoMobile

sonomobile 1Il COVID-19 si somma ad una serie di problematiche sanitarie già presenti nel contesto delle baraccopoli. Gli insediamenti informali di Nairobi sono caratterizzati da tassi di mortalità neonatale ed infantile estremamente elevati, mentre la mortalità materna è quasi doppia rispetto alla media nazionale. Nonostante la situazione d’emergenza e le conseguenti restrizioni, non è possibile lasciare tali criticità senza una risposta.

Per queste ragioni l’11 maggio si è svolta la prima sessione del progetto SonoMobile. Grazie alle misure di prevenzione implementate all’interno del R.U. Neema è stato possibile riprendere le attività di formazione delle infermiere e ostetriche coinvolte nel progetto. L’utilizzo di dispositivi di protezione personale, l’obbligo di lavaggio delle mani e la fornitura di mascherine alle operatrici e alle donne in gravidanza coinvolte hanno a loro volta permesso di effettuare le prime ecografie ostetriche sul territorio dopo la sospensione del progetto.

Il progetto

SonoMobile prevede un intervento a favore di donne in gravidanza e neonati, consentendo un accesso maggiore ai servizi diagnostici di ecografia nelle aree più marginalizzate di Nairobi. Le attività principali prevedono l’utilizzo di ecografi mobili per la realizzazione di visite prenatali sul territorio e la formazione di infermiere e ostetriche specializzate in ecografia e debitamente riconosciute. Questo intervento è mirato alla riduzione della mortalità materna e neonatale in Kenya e ad una continua formazione delle infermiere di SonoMobile.

Nel pieno della pandemia World Friends prosegue il proprio lavoro per garantire un diritto alla salute per tutti.

Related Posts