kilifi

Kilifi è una delle 47 contee che compongono il Kenya. Qui abitano quasi 1,5 milioni di persone, gran parte delle quali vive sulla fascia costiera e nell’immediato interno, dove sono maggiori le opportunità legate a turismo, agricoltura e commercio. Sono tantissime le foto che ritraggono Kilifi come un paradiso fatto di spiagge bianche e natura incontaminata in riva alle acque cristalline dell’Oceano Indiano. Ma la realtà di questa Contea è molto più complessa.

Cambiamenti climatici a Kilifi

Il settore agricolo detiene alcune delle principali e principali attività economiche nella contea di Kilifi. Agricoltura, allevamento e pesca sono tra le attività principali nel settore, si in ambito commerciale che di sussistenza dei nuclei familiari. Normalmente ampi pascoli e condizioni metereologiche favorevoli permettono di svolgere con successo queste attività lungo gli oltre 300 km di costa della contea. Tuttavia la situazione è cambiata drasticamente nel corso degli ultimi tempi.

I cambiamenti climatici hanno portato all’aumento dell’intensità e della frequenza di eventi meteorologici estremi come gravi siccità e inondazioni. Questi eventi hanno avuto impatti socio-economici negativi su quasi tutti i settori. Le piogge, solitamente due stagioni per anno, sono state assenti, limitate o ritardate e le temperature estremamente alte. Questo ha causato erosione del terreno, raccolti perduti, deperimento dei capi di bestiame e conseguente decessi (20.000 capi di bestiame morti nella contea di Kilifi da inizio 2022), tensioni etniche tra gruppi di agricoltori e di pastori, aumento preoccupante dei tassi di malnutrizione infantile e materna, abbandono scolastico e conseguente aumento del lavoro minorile e degli abusi.

La situazione a Kilifi allontanandosi dalla costa

Spostandosi dalle zone limitrofe all’Oceano Indiano, lo scenario di Kilifi cambia radicalmente. Le aree interne rientrano tra le più svantaggiate del Kenya in termini di opportunità economiche, resa del terreno, tensioni etniche, copertura sanitaria e scolastica. Come accennato, gli ultimi due anni si sono rivelati estremamente difficili a causa dell’ondata di siccità prolungata. A questo si aggiungono gli effetti della pandemia di Covid-19, che ha praticamente azzerato il turismo nella regione. Questo ha peggiorato drasticamente la situazione di migliaia di famiglie, le cui fonti di reddito sono spesso legate all’industria del turismo e al suo indotto.

In distretti come Bamba, il 90% delle famiglie vive al di sotto della soglia di povertà e la malnutrizione sta seriamente compromettendo la vita dei bambini sotto i 5 anni e delle madri. Inoltre, secondo dati governativi, un bambino su 2 è malnutrito e la situazione potrebbe aggravarsi ulteriormente senza un intervento tempestivo e mirato.

L’ondata di siccità ha causato, inoltre, una riduzione dell’acqua potabile e la contaminazione di quella disponibile. Questa situazione fa registrare un aumento preoccupante dei casi di dissenteria e disturbi intestinali: condizioni che mettono a serio rischio le categorie più vulnerabili.

World Friends a Kilifi: nuove opportunità per la salute dei più vulnerabili

Le difficoltà emerse recentemente nel distretto di Kilifi sono la ragione per la quale abbiamo deciso di intraprendere un nuovo progetto nell’area. “KILI – Contrasto agli effetti dell’ondata di siccità e della pandemia sul quadro nutrizionale della Contea di Kilifi” è un intervento di 8 mesi, specificamente mirato a contrastare gli effetti della pandemia di Covid-19 e della siccità sulle condizioni nutrizionali dei gruppi di popolazione più fragili. L’iniziativa si fonda sulla collaborazione con le autorità sanitarie locali e le figure di riferimento delle comunità come leader, capi-villaggio e guaritori tradizionali. Insieme a loro, porteremo la nostra expertise, formando personale sanitario e Volontari Sanitari di Comunità per raggiungere con ambulatori mobili la popolazione più fragile, tra cui le mamme e i bambini di Kilifi.

Screening, distribuzione di supplementi nutrizionali e sensibilizzazione sono le attività con le quali ci avvicineremo alle comunità locali per monitorare i casi di malnutrizione e riferire nell’ospedale della Contea i quelli più gravi. Inoltre somministreremo medicinali per prevenire e trattare i parassiti intestinali nei bambini in età scolastica, nonché farmaci e supplementi alle donne in gravidanza.

Il progetto KILI è realizzato grazie al contributo di Progetto Agata Smeralda ODV.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *