Oggi è la Giornata mondiale della Salute, una ricorrenza particolarmente vicina a World Friends e alla nostra mission. Dal 2001 lavoriamo ininterrottamente nelle periferie del mondo per garantire i diritti fondamentali, primo fra i quali riteniamo essere il diritto alla salute. La sanità in Kenya è prevalentemente a pagamento e questo crea barriere spesso insuperabili per le famiglie a basso reddito.

Per questa ragione continuiamo ad ascoltare i bisogni della popolazione locale, implementare progetti sul territorio e riferire i pazienti al nostro Ruaraka Uhai Neema Hospital. È con questo spirito che oggi vogliamo raccontarvi la storia di Damaris: la dimostrazione di come un servizio medico gratuito possa salvare una vita, specialmente nel contesto degli slum di Nairobi.

Il diritto alla salute tra i banchi di scuola

Damaris ha 19 anni e la sua storia inizia a scuola. Nel corso di quest’anno Damaris ha studiato per l’esame di maturità, obbligatorio per accedere agli studi superiori. Non è una sfida facile e ha fatto del suo meglio per superarla. Quattro mesi fa, la sua scuola abbiamo tenuto una giornata di sensibilizzazione sulle malattie al seno che includeva esami del seno gratuiti per gli studenti. L’esame a cui si è sottoposta Damaris ha rivelato un nodulo al seno. Ha dovuto fare immediatamente ulteriori accertamenti per conoscere la natura del nodulo.

Dala 2014 portiamo avanti un programma di Educazione Sanitaria nelle scuole primarie e secondarie degli insediamenti informali di Nairobi. La situazione economica delle famiglie nelle baraccopoli rende i servizi medici praticamente inaccessibili. Per questa ragione abbiamo deciso di affiancare all’educazione sanitaria un programma di riferimento al R.U. Neema Hospital, l’ospedale che abbiamo fondato per garantire cure mediche alla popolazione più fragile degli slum di Nairobi Nord-Est. In questo modo gli studenti possono accedere con facilità ai servizi sanitari di cui hanno bisogno, senza preoccuparsi di gravare economicamente sulle proprie famiglie.

Appena saputo del nodulo, Damaris ha informato la mamma che l’ha aiutata a entrare in contatto con i medici del R.U. Neema attraverso la scuola. Il nodulo andava rimosso e i medici hanno dato appuntamento nella prima data utile alla ragazza; tuttavia l’esame di maturità era sempre più vicino. I medici si sono resi conto dell’importanza di quest’esame per Damaris e hanno pianificato l’intervento subito dopo la prova.

Non solo Damaris ha superato gli esami a pieni voti, ma è stata anche operata con successo al R.U. Neema Hospital. Ora è in piena ripresa e le auguriamo buona fortuna per i suoi studi!

Diritto alla salute per tutti

Quella di Damaris è una storia di successo che volevamo condividere nella Giornata mondiale della Salute. Grazie a un intervento mirato ai giovani sul territorio è possibile avvicinarli a servizi sanitari sicuri e di qualità. Siamo felici e orgogliosi di poter raccontare simili testimonianze.

Tuttavia la giornata di oggi deve spingerci anche a riflettere e a dedicare un pensiero a tutte quelle persone che nella realtà del Sud del Mondo non hanno opportunità simili. È per questo motivo che nella Giornata mondiale della Salute rinnoviamo nuovamente il nostro impegno a garantire i diritti fondamentali delle persone più fragili, primo fra tutti il Diritto alla Salute.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *